I Distanto Siculo spaccano Acquedolci

Il grande gruppo musicale si è esibito in piazza ad Acquedolci, alla vigilia di Capodanno.

Il concerto del gruppo nebroideo "Discanto Siculo", svolto in piazza ad Acquedolci, alla vigilia di Capodanno ha spaccato la citta. In mezzo all'approvazione quasi unanime dei cittadini che hanno gustato ed apprezzato i suoni della tradizione musicale siciliana, c'è chi si è espresso negativamente, ma probabilmente per motivi di carattere politico, visto che la manifestazione,organizata dall'Associazione Culturale Mediterraneo (ACM), è stata patrocinata gratuitamente dall'amministrazione comunale e sostenuta dalla Regione Siciliana e dalla Soprintendenza per i beni culturali e ambientali di Messina. 

L'improvvisato critico Musicale, Enrico Caiola, ha scritto sui social network: "URLA DISUMANE... LIBYA STYLE... MI SENTO IN UNA TRIBU' DELLA ZONA DI TRIPOLI". (vedi allegato) 
Immediata la reazione del giornalista libico Farid Adly, presidente ACM: "in piazza Giovanni Paolo II - Acquedolci (Me), lo scorso 30 Dicembre, ha suonato il gruppo siciliano "Discanto Siculo", che ha vinto 5 anni fa il Festival di Musica etnica del Mediterraneo a Patrasso in Grecia. Sono orgoglioso di aver organizzato, insieme allo staff dell'ACM, questo spettacolo. La Cultura non ha confini e chi non ha Memoria, non avrà futuro.Questo è un vergognoso post che prende in giro la tradizione culturale siciliana. Un post che trasuda razzismo e ignoranza. Per fortuna ci sono delle persone intelligenti che gli hanno risposto per le rime, zittendolo".

Anche Pino Cappello, uno dei componenti di punta del grupo Discanto Siculo, ha preso posizione, difendendo la Cultura Siciliana ed il lavoro di salvaguardia della tradizione musicale, rinnovandola: "Questo è un raro fenomeno di "autorazzismo"; un siciliano che critica l'etnia musicale siciliana? Forse avrebbe voluto assistere , con grande rispetto per chi fa questo genere, alla esibizione di un neo melodico napoletano, il liscio della Romagna o canti e ritmi del sud Tirolo. Consideriamo invece che il Faro di Patrasso, ( associazione culturale alla quale aderiscono docenti universitari), il Parco dei Nebrodi, Lega Ambiente e tante altre associazioni come ACM e tante altre figure di sistema nell'ambito della cultura musicale popolare  ci hanno sempre valorizzato e stimato. Però io di solito non mi pronuncio mai in ambiti da me sconosciuti, ad esempio non mi sentirei di stabilire quali siano gli impulsi che portano a definire ciò di cui non si ha competenza. Un sociologo sicuramente saprebbe analizzare alcuni comportamenti meglio di me".

La Polemica non finisce qui, perché il Consiglio Direttivo dell'ACM ha valutato gravissime le affermazioni del signor Caiola, gestore del forum "Acquedolci Politica", ed ha annunciato querele.
Ecco il comunicato integrale:
"In seguito alle positive iniziative delle festività Natalizie e di Capodanno, "Valorizzazione dell'Arte", svolte dall'ACM ad Acquedolci, che hanno visto la realizzazione di un mercato dell'artigianato artistico, una mostra d'arte, un concerto del Gruppo "Discanto Siculo" e una performance per adulti e bambini del maestro Nino Pracanica, la nostra associazione è stata soggetta a strali dei populisti del nulla, che non si acconteno mai, non piace loro niente e non si mettono alla prova dei fatti.

In particolare, il presidente dell'ACM, Farid Adly, è stato oggetto sul web di giudizi di stampo razzista, da persone che ignorano la stessa loro cultura e le tradizioni artistiche del comprensorio Nebrodi, dove sono nati e vivono. Sui Social Network sono state rivolte accuse infondate ed avanzati sospetti nei confronti della nostra associazione, per la presenza in piazza di un manifesto staccatosi dalla bacheca per effetto del forte vento.

E' lo stesso meccanismo che abbiamo riscontrato dopo il successo dello Spettacolo "Scarpe Rosse", rappresentato lo scorso 17 Dicembre al Palauxilium di Sant'Agata ad oltre un migliaio di studenti delle scuole superiori e loro insegnanti.

Comprendiamo che l'invidia è un tarlo che rode il fegato a chi la pratica, ma non permetteremo a nessuno di infangare il nome della nostra associazione, a partire da elucubrazioni mentali basate sul nulla. Abbiamo consegnato al nostro legale tutta la documentazione menzognera che è stata pubblicata sul web, per compiere tutti i passi necessari a difendere e tutelare l'onorabilità e la correttezza del nostro sodalizio culturale.

E soprattutto invitiamo tutti al confronto leale ed a lavora per il bene comune, costrunedo percorsi virtuosi e sinergie per aprire strade al futuro delle giovani generazioni.

Il Consiglio Direttivo ACM"

Il gruppo Discanto Siculo è formato da Pino Cappello (Chitarra e coro), Giovanni Cappello (Chitarra e coro), Antonio smiriglia (voce), Gemino Calà (strumenti etnici ed a fiato, fisarmonica) e Roberto Franchina (percussioni).

Per conoscere meglio la produzione musicale di alto livello culturale, consigliamo di ascoltare: https://www.youtube.com/watch?v=BfiO04i6Wtg&list=PL_teN5VW3ctwGzS3tuyETSRjoShzsq9d-

Scrivi un commento

Suggeriti

Campo Solidarietà

Come coniugare turismo con solidarietà? Ci provano quelli dell’Associazione Culturale Mediterraneo, realizzando un campo estivo di lavoro per un centinaio di giovani provenienti da tutta Italia e dal mondo.

Sezione Video

Dai un'occhiata alla sezione video, puoi trovare dalle presentazioni di mostre, libri, fino ad alcuni reportage o flash-mob.

Contattaci

Contattaci per qualsiasi informazione, saremo più che lieti di rispondere ad ogni tua domanda o richiesta.